Così chiamato per l’ingegnoso meccanismo a ingranaggi e correnti, tutt’oggi in loco, che permetteva di prelevare con un secchio l’acqua direttamente nel pozzo del cortile dalle finestre di questo appartamento, a ben 30 metri di altezza.
L’appartamento, più compatto perché ricavato nel corpo delle due torri, è al secondo piano. Negli ambienti di soggiorno principali, collegati da una porta a vetri, l’intera parete sud è costituita da tre finestroni ad arco che si aprono su un panorama mozzafiato che sovrasta la fuga di tetti della città e si perde nell’intatto panorama della Valdelsa.
I pavimenti sono in cotto dell’800, la mobilia dell’800 toscano.

AMBIENTI:
ingresso-soggiorno
soggiorno-sala da pranzo
camera matrimoniale
camera a due letti
cucina
ripostiglio
bagno con doccia.

Fornelli a gas ed elettrici, forno, frigorifero.
Pentole e stoviglie.

Posti letto 4